Nel 2022 i principali Bonus casa sono stati confermati, magari con alcune modifiche, mentre altri sono stati eliminati.
Vediamo le novità introdotte dalla legge di Bilancio per il settore casa.

Bonus mobili: prorogata fino al 2024 la detrazione del 50% per mobili ed elettrodomestici in classe A (A+ per i forni) acquistati per arredare un immobile in cui sono stati eseguiti lavori di ristrutturazione. Il tetto di spesa massimo si abbassa da 16mila euro a 10milaeuro.

Bonus facciate: prorogato solo per il 2022 ma l’aliquota della detrazione scende dal 90% al 60%.
L’agevolazione è relativa ad interventi di restauro o rinnovo della facciata esterna degli edifici esistenti. L’importo si recupera in 10 anni e non sono previsti limiti di spesa.

Bonus ristrutturazione: proroga triennale della possibilità di beneficiare della detrazione Irpef del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia degli edifici. Si spalma in 10 anni nella dichiarazione dei redditi con un tetto di spesa massimo di 96mila euro per unità immobiliare.

Bonus verde: proroga triennale della detrazione Irpef del 36% per interventi di sistemazione a verde di giardini privati e condominiali, balconi e terrazzi. La detrazione è suddivisa in 10 quote annuali su un importo massimo di 5mila euro.

Ecobonus: prorogata fino al 2024 la detrazione dal 50 al 65% per le spesa sostenuta per gli interventi di efficientamento energetico che non rientrano nel superbonus 110%.In particolare ricordiamo: il bonus tende da sole, il bonus infissi o il bonus caldaia.

Sismabonus: riconfermata per tre anni la detrazione fiscale per la messa in sicurezza e consolidamento strutturale degli edifici esistenti, previste aliquote differenti a seconda della tipologia di immobile e della zona sismica in cui si trova.

Superbonus 110%: confermati platea dei destinatari, aliquote e termini per potervi accedere.
Può essere applicato sempre ai lavori di efficientamento energetico, all’installazione impianti fotovoltaici, nonché alle strutture per ricarica di veicoli elettrici o alla realizzazione cappotto termico. Prorogato al 31 dicembre 2022 per condomini e IACP (case popolari). Per i condomini l’agevolazione continua anche per i due anni successivi ma con un aliquota ridotta(70% nel 2024 e 65% nel 2025).
Garantito per le case indipendenti, unifamiliari a patto che vi sia uno stato di avanzamento lavori del 30% a 30 giugno 2022.

La possibilità di cessione del credito e sconto in fattura oltre che per il superbonus 110%, è estesa anche per bonus ristrutturazione, ecobonus, bonus facciate o sismabonus.

Bonus affitto giovani under 31: rinnovata l’agevolazione rivolta ai giovani che stipulano un contratto di locazione per l’intera unità immobiliare o porzione di essa da destinare a propria abitazione principale. Il bonus è stato modificato nel requisito anagrafico dell’età, nella tipologia di affitto, nel periodo di spettanza e nell’importo della detrazione. Per approfondimenti rimandiamo la lettura del post su: novità 2022 per i giovani inquilini.

Bonus prima casa under 36: prorogata l’agevolazione dedicata ai giovani che hanno acquistato o acquisteranno la prima casa nel periodo dal 26 maggio 2021 al 30 giugno 2022. Questa misura prevede esenzioni e sgravi fiscali per i mutui prima casa richiesti da giovani under 36 con un Isee fino a 40mila euro

Eliminati il bonus affitto e il bonus affitto Covid, misure attuate fino al 2021.

Dopo questo excursus che ci proietta al nuovo anno, sarà nostra cura e volontà pubblicare approfondimenti e aggiornamenti.

Proroghe e novità sui Bonus casa 2022
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sedici − 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.