Dopo aver stipulato un contratto di affitto abitativo è necessario procedere con la registrazione del contratto stesso così come abbiamo già spiegato nell’articolo: “come registrare un contratto di locazione”.
In primis ricordiamo che indipendentemente dalla tipologia di contratto di locazione scelta, è necessario registrare tutti i contratti di locazione di beni immobili ad uso abitativo, qualunque sia l’ammontare del canone pattuito, purché siano di durata superiore ai 30 giorni complessivi all’anno.L’obbligo di registrazione spetta ad entrambe le parti del contratto, quindi può essere richiesta sia dal proprietario, che dal conduttore dell’immobile, entro il termine di 30 giorni dalla data di stipula del contratto o, se anteriore, dalla sua decorrenza.
La registrazione può avvenire secondo diverse modalità: telematica, utilizzando i servizi on line dell’Agenzia, cartacea richiedendo la registrazione in ufficio oppure incaricando un intermediario abilitato.
In questo post analizziamo più in dettaglio il modello RLI Registrazione locazione immobili, di cui abbiamo solo accennato in passato.
Che cos’è il modello RLI
Il modulo RLI (Registrazione locazione immobili) è il modello che deve essere compilato per la registrazione del contratto di affitto e non solo, infatti può essere utilizzato anche in caso di modifiche e /o comunicazioni successive ad esempio in caso di risoluzione o proroga del contratto, rinegoziazione del canone ed eventuali cessioni o subentri.
Dove scaricare il modello
È scaricabile dal sito dell’Agenzia delle Entrate nell’apposita sezione “Registrazione di un nuovo contratto/Modelli e istruzioni” oppure cliccando qui: Modello RLI
Come compilare il modello
Dopo aver compilato il modello in ogni sua parte in modo preciso e puntuale, seguendo le indicazioni e le guide disponibili sul sito dell’Agenzia Entrate, si deve procedere alla trasmissione. Questa avviene a cura del soggetto che sottoscrive la richiesta o di un intermediario abilitato e sono previste due alternative: la consegna fisica del modulo cartaceo agli uffici preposti oppure l’invio telematico tramite il software “RLI web” disponibile gratuitamente sul sito dell’Agenzia. Con la specifica che la presentazione telematica è obbligatoria per le Agenzie Immobiliari e per chi possiede più di 10 immobili.
Che cosa allegare al modello
Ai fini della registrazione del contratto al modello RLI vanno allegate due copie del contratto d’affitto (una con firma in originale e una copia), una marca da bollo di 16,00€ e la ricevuta di pagamento dell’imposta di registro effettuata con Modello F24 (i soggetto che hanno scelto la cedolare secca sono tenuti al pagamento dell’imposta sostitutiva entro i termini previsti per l’Irpef).
Per qualsiasi informazione o chiarimento potete sempre contattare iHome o scrivere alla mail vista l’importanza della procedura.
Inutile dire che la mancata registrazione del contratto genera la nullità dello stesso!

 

 

Registrare un contratto: modello RLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

diciotto − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.