I proprietari di immobili a uso abitativo, che abbiano rinegoziato al ribasso il canone di locazione, possono richiedere il bonus affitto 2021 secondo quanto previsto dal Decreto Ristori.
La scadenza per la presentazione della domanda è stata prorogata al 6 ottobre 2021.
Questo bonus affitto è un contributo a fondo perduto a favore dei locatori con contratto in essere alla data del 29 ottobre 2020, per immobili situati nei comuni ad alta densità abitativa e destinati ad abitazione principale del conduttore.
È volto ad incentivare le rinegoziazioni in diminuzione dei canoni di locazione relativi al 2021, accordate per rendere sostenibile il pagamento degli affitti soprattutto da parte degli inquilini che possono trovarsi in difficoltà economica a causa dell’emergenza da Coronavirus.
La domanda di richiesta può essere compilata anche se la rinegoziazione non è ancora avvenuta, ma il proprietario intende effettuare lo sconto entro il 31 dicembre 2021.
Infatti il bonus è relativo alle rinegoziazioni con decorrenza pari o successiva al 25 dicembre 2020 e accordate entro il 31 dicembre 2021.
Scontato dire che parliamo di rinegoziazione regolarmente comunicata all’Agenzia delle Entrate.
Il contributo può essere richiesto per un importo massimo di 1.200 euro per ciascun locatore e corrisponde al 50 per cento dell’ammontare complessivo delle riduzioni di canone di locazione per l’anno 2021.
Qualora l’importo totale dei contributi spettanti dovesse risultare superiore all’ammontare dei fondi stanziati, l’Agenzia determinerà la percentuale spettante e procederà a emettere i mandati di pagamento con riparto proporzionale dei fondi.
La domanda per il bonus deve essere inoltrata dai proprietari in via telematica all’Agenzia delle Entrate, entro il 6 ottobre, vista la proroga dal 6 settembre. Fino a tale data possono essere trasmesse anche istanze sostitutive rispetto a quelle precedentemente presentate. La scadenza per la rinuncia al bonus resta fissata al 31 dicembre.
Tutte le indicazioni dettagliate sulla normativa, le regole operative e la procedura telematica possono essere consultate sul vademecum: “Il contributo a fondo perduto per la riduzione degli affitti” pubblicato dall’Agenzia delle Entrate e consultabile nella sezione dedicata alle guide fiscali “l’Agenzia informa”.
Il bonus e la proroga mirano a consentire a un maggior numero di proprietari di fruire dell’agevolazione visto che la presentazione delle domande ha coinciso con il periodo estivo.
Il nostro augurio è che il bonus abbia incentivato le rinegoziazioni di cui possano beneficiare anche gli studenti universitari, che hanno affrontato gli ultimi anni con la difficoltà della Didattica a distanza e ora sembra possano tornare, almeno in parte, con le lezioni in presenza.
Noi operatori del servizio iHome siamo sempre a disposizione per eventuali chiarimenti, basta contattarci!

6 ottobre: scadenza bonus affitto per proprietari
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 16 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.