Immagine5Chi non ha un giardino, un orto, un appezzamento di terreno ma ha un appartamento in città può comunque avere il suo angolo verde: basta un terrazzino, un po’ di fantasia e qualche consiglio.

Coltivare un orto sul balcone o terrazzo sta diventando quasi una moda, forse anche una semplice reazione alla voglia di fare e di avere del cibo naturale e non trattato, realizzato con tanta soddisfazione.

Per trasformare un balcone fiorito in uno spazio capace di produrre verdure gustose senza penalizzare l’estetica non è difficile, basta seguire pochi e semplici accorgimenti, per potersi gustare le proprie pietanze a km zero, tanti esempi dal web con immagini ed idee che catturano la vostra attenzione

In primis basta lasciare nel fronte del balcone delle piante da fiore e organizzare lo spazio interno, non direttamente visibile, a ridosso dei muri, per gli ortaggi in vaso. Poi molte verdure hanno belle foglie e bellissimi fiori, pensiamo a zucche e zucchine, alle fragole che hanno dei simpatici fiorellini bianchi. Un’altra idea, osando un pò di più, è di alternare negli stessi vasi fiori e verdure.

Se si tratta della prima esperienza è consigliato partire da un solo vaso o un paio e magari per il primo anno limitarsi a coltivare le piante aromatiche. Sono semplici, non richiedono molta cura e hanno un’utilità immediata. Possono essere trapiantate anche tre tipi di aromatiche diverse nello stesso contenitore: rosmarino, timo e salvia o  basilico,  prezzemolo e  menta.

Successivamente è possibile aggiungere qualche piantina di insalata, di zucchine (relativamente facili da coltivare ma con un vaso a parte) o di pomodori, preferibilmente addossati al muro così non hanno bisogno di supporti.

Per chi ha il balcone nelle strade di città non deve dimenticare il traffico e le polveri sottili, quindi le verdure vanno lavate bene con bicarbonato di sodio prima di essere utilizzate.

Per l’orto sul terrazzo sono da preferire vasi di terracotta grazie alla loro perfetta traspirabilità, lasciando la plastica, più leggera, solo per le piante da appendere. La fantasia sarà una vostra alleata, ad esempio si possono sovrapporre dei vasi realizzando una torre e in ogni piano si possono piantare specie differenti, oppure è possibile usare delle borse di stoffa per la spesa come sacche contenitrici ed appenderle alla ringhiera del balcone. Queste alcune delle proposte più originali e simpatiche in cui ci siamo imbattuti!

Il periodo ottimale per dar vita al vostro orto in balcone, partendo da piantine già cresciute è tra fine marzo e fine aprile. Proprio a partire da questo weekend pasquale tante saranno le occasioni di mercatini e fiere dove poter scegliere ed acquistare le vostre piante, ad esempio dal 4 al 6 aprile a Senigallia al Foro Annonario torna “Un Foro X Pasqua” il  mercatino di prodotti tipici, artigianato, erboristerie, piante e fiori.

Con la speranza possiate iniziare a progettare o realizzare il vostro orto di cui noi saremo curiosi di ricevere gli scatti ai primi frutti…

Vi auguriamo Buona Pasqua!

(questo articolo è stato scritto da Ketti Marini)

#ortointerrazzo
Tag:         

Un pensiero su “#ortointerrazzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.