zoomQuante volte avete pensato che vendere la vostra casa da privato è un notevole risparmio economico? Le commissioni immobiliari sono migliaia di euro.

Eppure molti preferiscono rivolgersi ad un’agente immobiliare perchè vendere significa: molto lavoro, molta esperienza e molta pazienza. Il primo passo consiste nel creare un piano d’azione.

Il successo e il tempo della vendita dipendono non solo dal venditore ma anche da una buona presentazione dell’immobile al potenziale cliente. Per questo oggi sempre di più si parla di home staging, cioè un insieme di suggerimenti per la presentazione e preparazione della propria casa alla vendita.

Una buona premessa di marketing agevola sempre: dovete pensare di vedere casa vostra guardandola con gli occhi di un estraneo che viene a visitarla. Se pensate che sia bellissima dovete aiutare il potenziale acquirente a rendersene conto.

Per vendere un immobile è importante partire dalla presentazione, così come quando andiamo ad un colloquio di lavoro e vendiamo noi stessi è necessaria un’adeguata preparazione ed una bella presentazione (nostra e del nostro curriculum vitae). Ecco, nella vendita di un immobile i principi cardine sono gli stessi.

Le case non sono tutte fotogeniche o da sogno ma alcuni consigli possono almeno renderla gradevole e pronta per uno scatto, dato che un annuncio con foto è certamente più cliccato e consultato, di uno senza.

Tra i primi passi da compiere è consigliato pulire e riordinare, una casa pulita contribuirà a mostrare i lati positivi e renderla più attraente per i compratori. Inoltre per avere una valutazione dell’immobile anche il perito potrà vedere  la casa sotto una luce migliore e assegnarle un valore più alto. Quindi togliere tutti i soprammobili inutili, le foto troppo personali e tutto ciò che pensate possa distogliere la concentrazione dell’acquirente dalla visione d’insieme.

Quando andiamo ad acquistare un abito, ad esempio, non ce lo presentano macchiato, stropicciato o in un negozio disordinato. E qui parliamo di una spesa ed un’attenzione di livello ben diverso!

In secondo luogo è bene illuminare il più possibile tutti gli ambienti, pulendo i vetri, alzando le serrande nel momento della visita, utilizzando punti luce ad hoc che ciascuno individua all’interno della propria casa. La luce, l’aria sono vitali e positive, il buio e l’odore di chiuso non è piacevole ed accogliente per nessuno.

A volte può essere opportuno apportare dei miglioramenti prima di vendere,alcuni interventi possono rivalutare il prezzo della casa, soprattutto se effettuati nelle stanze focali, cucina, bagno o sostituzione degli infissi; a volte basta semplicemente un pò di attenzione al giardino (non una foresta!) o altri miglioramenti estetici.

L’acquirente quando visita casa vostra sta cercando di immaginarsi come sarebbe vivere lì, come si sentirebbe. L’obbiettivo è renderlo già a casa sua o almeno non a casa nostra… accoglienza sì ma con la possibilità di personalizzare senza dover effettuare obbligatoriamente una marea di lavori.

Una volta preparata la casa potete iniziare a commercializzare l’immobile o lasciarlo in mano di un agente immobiliare di fiducia, previa definizione del prezzo.

A questo punto l’immobile non si vende da solo…quindi, scattata la miglior foto, iniziate le operazioni di marketing.

Buona vendita e buone trattative!                                               

(questo articolo è stato scritto da Ketti Marini)

Ho deciso! VENDO
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due + 10 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.