Il  Comune di Ancona ha pubblicato il bando per la formazione di una graduatoria aperta per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale pubblica rivolta a coloro che hanno subito sfratto esecutivo non intimato per inadempienza contrattuale.Questo bando, pubblicato come di consueto negli ultimi anni, è divenuto un sostegno per chi, a locazione finita, ha difficoltà a reperire e sostenere il costo di un altro alloggio sul mercato ed ha ricevuto lo sfratto.

Infatti lo sfratto è un atto giudiziario con il quale il proprietario dell’immobile chiede al Giudice di emettere un provvedimento esecutivo che ordini all’inquilino di riconsegnargli l’immobile. Può essere intimato per morosità e per finita locazione.

Lo sfratto può essere richiesto dopo la scadenza del contratto, a seguito della disdetta, quando il conduttore non rilascia l’immobile al locatore. Può essere richiesto anche Prima della naturale scadenza del contratto può essere richiesto dal proprietario e si basa su intimazione che ha efficacia di disdetta, in quanto evita il rinnovarsi del contratto.

Ricordiamo che il bando in oggetto è rivolto a chi ha lo sfratto non per morosità quindi non per inadempienza contrattuale.

I richiesti requisiti per poter presentare domanda sono di carattere generale e speciale, tra questi evidenziamo: la necessità che l’ immobile di residenza oggetto di sfratto si trovi nel Comune di Ancona e deve costituire la residenza anagrafica del richiedente, il quale deve avere residenza o prestare attività lavorativa nell’ambito territoriale regionale da almeno cinque anni consecutivi; l’esigenza di essere titolari di un contratto di locazione di immobile ad uso abitativo, stipulato in forma scritta e registrato, di durata superiore a tre anni, rispetto al quale sia intervenuto provvedimento di sfratto esecutivo non intimato per inadempienza contrattuale; la necessità di essere già in possesso dell’atto di precetto per il rilascio dell’immobile e preavviso di rilascio. Non si deve essere titolari di una quota superiore al cinquanta per cento del diritto di proprietà o altro diritto di godimento su una abitazione, ovunque ubicata, adeguata alle esigenze del nucleo familiare; inoltre si deve avere un reddito ISEE 2021 non superiore ad € 11.744,00; tale limite è aumentato del 20% per le famiglie monopersonali.

Le domande recapitate a mano, spedite con raccomandata o inviate a mezzo pec  dovranno pervenire entro il giorno 28 di ciascun mese successivo a febbraio 2021, fermo restando la scadenza ultima del 28 dicembre 2021.

Le domande verranno esaminate da una Commissione la quale procederà alla formazione della graduatoria e all’aggiornamento mensile della stessa. L’inserimento non dà diritto automaticamente all’assegnazione di un alloggio di edilizia residenziale pubblica Erp, essendo subordinata alla disponibilità. Pertanto le domande rimaste inevase per mancanza di alloggi saranno inserite nella graduatoria del mese successivo.

Consigliamo di leggere attentamente il  bando per verificare tutti requisiti e successivamente compilare il modulo di domanda allegando tutti i documenti richiesti.

Bando e modulo di domanda sono scaricabili dal sito del Comune di Ancona o cliccando qui: bando e domanda

iHome resta  a vostra disposizione per ulteriori informazioni.

Hai uno sfratto? Bando alloggi Erp
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.