Continuiamo a restare a casa fino al 3 maggio dopo che il decreto del 10 aprile ha permesso la riapertura di alcune attività non considerate di prima necessità e che ha allentato le maglie del lockdown ma ha allungato le misure di contenimento del coronavirus.

Sia per chi lavora in smartworking sia per chi ha molto o tutto il tempo libero, questa potrebbe essere l’occasione per tutti quei lavoretti o passioni che si rimandano per mancanza di tempo.

Per una volta, seppur in modo anomalo, il tempo c’è! E non è proficuo lasciarsi andare, farsi sopraffare da pensieri negativi, anche se lo stile di vita ha subito un enorme cambiamento limitando gli spostamenti dobbiamo impegnarci a mantenere atteggiamenti corretti e salutari così come riportato anche dal Ministero della Salute in questo articolo di cui consigliamo la lettura.

Trascorrere la quarantena in casa può essere più piacevole se approfittiamo per le piccole manutenzioni della casa, la serratura che non chiude bene, il cassetto o l’armadio difettoso, l’interruttore ballerino, i cordini delle tapparelle usurate, le manutenzioni dei piccoli elettrodomestici. (Attenzione a non fare più danni!) Magari con qualche metodo naturale, appreso dai video tutorial, è fattibile sperimentare la pulizia approfondita della lavastoviglie, della lavatrice ed di altri elettrodomestici di uso quotidiano a cui non sempre prestiamo la dovuta cura e attenzione per garantire un buon funzionamento.

Nonostante il periodo la primavera è arrivata e le temperature miti consentono di godere del terrazzo, del balcone, del giardino (fortunati chi lo ha!) per approfittare del sole, dell’aria aperta e della cura delle nostre piante fossero anche solo da interno. Le piante vanno ripulite dalla polvere che si deposita sulle foglie, magari con un panno umido, dai rami secchi per dar vigore ai nuovi germogli. In giardino  si possono raccogliere tutte le foglie cadute, sfoltire le piante procedendo con cautela alla potatura così da fortificare la futura vegetazione. Alcuni vasi, vanno sostituiti aumentando le dimensioni o aggiungendo del buon terriccio. Da ultimo si continua ad annaffiare con regolarità attendendo lo sbocciare di fiori e germogli nuovi.

Una valida alternativa, per chi non ha il pollice verde, è dedicarsi al decoupage o bricolage anche coinvolgendo altri componenti della famiglia.

Magari è il momento giusto per scegliere degli oggetti pronti a finire nella spazzatura, inutilizzati da tempo, a cui è possibile dare una seconda vita grazie al riciclo creativo. Internet ed I video tutorial oggi sono una grande fonte di ispirazione per chi ha meno estro ma voglia di realizzare nuovi decori per la casa, suppellettili, mobilio, componenti d’arredo a cui non avreste mai potuto dedicare tutto questo tempo.

Comporre un puzzle che diventerà un quadro, realizzare costruzioni o strane forme con i mattocini Lego suggeriti dalla fantasia possono aiutare a liberare la mente dalle preoccupazioni del momento.

E quando potremo uscire di nuovo, avremo dei bei ricordi anche di questo periodo.

Giardinaggio, bricolage e non solo ma #iorestoacasa
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.