Oggi, rispetto ai nostri antenati, passiamo la maggior parte del nostro tempo in ambienti lavorativi o domestici chiusi, con inevitabili riflessi sulla nostra salute e benessere.

Gli edifici in cui viviamo e quelli che stiamo costruendo o ristrutturando tutelano veramente la nostra salute ed il nostro benessere?

I committenti di oggi (privati e pubbliche amministrazioni) sono sempre più sensibili ai temi del risparmio energetico e dell’ecologia e cercano sempre più informazioni.

Gli edifici sono eco-sostenibili oggi e per le generazioni future che li erediteranno?

I nostri territori offrono modelli costruttivi, ad esempio le antiche case marchigiane in terra cruda di villa Ficana, e delle risorse come la canapa, (cultura caratteristica della nostra regione) per un’edilizia sostenibile nel breve e nel lungo termine, senza creare un fardello per le generazioni future.

L’edilizia può valorizzare e sostenere la cultura, i valori e l’economia del territorio anziché impoverirlo e contaminarlo.

Tale sostenibilità si attua in termini di assenza inquinanti nelle costruzioni, salubrità, altissimo risparmio energetico, manutenzione minima, comfort in tutte le stagioni dell’anno e soprattutto materie prime naturali  e salubri, riutilizzabili e senza costi di smaltimento a fine vita e nel cantiere.

Questi temi saranno trattati ed approfonditi durante l’eventoEdilizia salubre ed ecologica” che abbiamo organizzato in collaborazione con l’Ing Marco Tinti e Ton Grouppe in programma per giovedì 15 novembre ore 17.00 presso l’Informagiovani.

Presenteremo soluzioni tecniche moderne in legno, canapa, calce e terra cruda, materiali già presenti in natura e nei nostri territori, per nuove costruzioni, ristrutturazioni, riqualificazioni energetiche, risanamenti, miglioramento acustico indoor, recupero di beni storici, per edifici a destinazione residenziale pubblica o privata.

I materiali oggetto di presentazione sono anche catalogati nella libreria di Legambiente quale materiali innovativi per una edilizia sostenibile, nonché proposti dall’Unesco per la ricostruzione del post sisma 2016 nell’ambito di una strategia sostenibile di lungo periodo.

L’evento è gratuito ed aperto a tutti, per partecipare è necessario prenotare il posto gratuito!

 

Edilizia salubre ed ecologica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 4 =