case_edilizia_alloggiL’Ente regionale per l’abitazione pubblica E.r.a.p. gestisce il patrimonio di edilizia residenziale pubblico formato da alloggi acquistati, realizzati o recuperati dal Comune di competenza o dall’E.r.a.p. stesso. Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica sono di proprietà pubblica e vengono assegnati in locazione a  canone agevolato ai cittadini o famiglie in condizioni disagiate.Per ottenere un alloggio E.r.p. è necessario partecipare al bando pubblico emanato periodicamente dal Comune di riferimento in attuazione delle linee di intervento regionali.

Da quest’anno nel Comune di Ancona c’è una novità!

Lunedì scorso è stato pubblicato il bando per la presentazione delle domande per la formazione della prima graduatoria aperta per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata. La domanda deve essere presentata entro il 5 maggio utilizzando gli appositi moduli. Successivamente è previsto l’aggiornamento della graduatoria con cadenza annuale e a tal fine saranno emanati avvisi pubblici per consentire la presentazione di nuove domande o per integrare quelle precedentemente presentate.

Il bando è rivolto a coloro che alla data di presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadino italiano o di un Paese appartenente all’Unione Europea ovvero cittadino di un paese che non aderisce all’Unione Europea, titolare di carta di soggiorno o possessore di permesso di soggiorno di durata biennale e di esercitare una regolare attività lavorativa subordinata o autonoma. Singoli permessi di soggiorno, ciascuno di validità temporale minore, sono riconosciuti validi purchè siano continuativi e assommino, calcolati insieme, ad un periodo di due anni;
  • avere la residenza o prestare attività lavorativa nel Comune di Ancona;
  • non essere titolare nel territorio nazionale della proprietà, uso, usufrutto o altro diritto reale di godimento, di un’abitazione adeguata alle esigenze del nucleo familiare che non sia stata dichiarata collabente ai fini del pagamento dell’imposta comunale sugli immobili;
  • avere un reddito, percepito nell’anno 2012, del nucleo familiare, calcolato secondo i criteri stabiliti dal D. Lgs. n. 109/1998, non superiore al limite di valore Indicatore Situazione Economica Equivalente  € 11.479,00. Tale limite è aumentato del 20 per cento per le famiglie monopersonali. In caso di dichiarazione ISEE con redditi pari a zero, non dipendente da riduzioni, il richiedente, per l’attribuzione del punteggio, è tenuto a presentare dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, attestante le fonti di sostentamento del nucleo familiare, che verrà valutata dalla Commissione preposta . Qualora, all’interno del nucleo familiare originario, uno o più componenti intendano presentare domanda quale nucleo autonomo, l’ISEE da produrre e che verrà assunto a riferimento ai fini dell’attribuzione del punteggio, sarà soltanto quello relativo ai redditi di tutti i componenti il nuovo nucleo familiare ;
  •  non aver avuto precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita di alloggio realizzato con contributi pubblici o precedenti finanziamenti agevolati in qualunque forma concessi dallo Stato o da Enti Pubblici, salvo che l’alloggio non sia più utilizzabile o sia perito senza aver dato luogo a indennizzo o a risarcimento del danno;

Rimandiamo al bando per una dettagliata definizione dei concetti “abitazione adeguata”e “nucleo familiare”, citati nei requisiti richiesti per la partecipazione.

Dopo la scadenza verrà predisposta, in base ai punteggi, una graduatoria dalla quale si attingerà per l’assegnazione dell’alloggio tenendo conto della composizione del nucleo familiare dell’assegnatario e della dimensione dell’alloggio. L’assegnazione, la gestione e la determinazione del canone di locazione viene determinato  dall’E.r.a.p. secondo quanto previsto dalla L.R. 36/2005 e successive modifiche e integrazioni.

Gli interessati possono scaricare:

Il servizio Ihome dell’Informagiovani del Comune di Ancona resta a disposizione per informazioni e chiarimenti. Per restare aggiornati consigliamo l’iscrizione alla mailing gratuita.

 

(questo articolo è stato scritto da Ketti Marini)

Edilizia residenziale pubblica: come e quando!?
Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.