Gli studenti universitari fuori sede hanno la possibilità di detrarre le spese di affitto nel modello 730/2020. Si tratta di un’agevolazione che permette alle famiglie di scaricare dalla dichiarazione dei redditi gli oneri pagati nel corso del 2019 per i canoni di locazione relativi all’alloggio dei figli universitari.

Quest’anno la scadenza per la presentazione del 730 è stata posticipata al 30 settembre causa emergenza Covid.

Vediamo quali sono le novità e i requisiti richiesti affinché gli studenti universitari possano ottenere la detrazione.

Questa è pari ad un rimborso Irpef del 19% su un importo massimo di 2.633 euro.

Il rimborso è previsto purché si tratti di: contratti di locazione stipulati o rinnovati in base alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, tra cui i contratti a canone concordato per studenti; contratti di ospitalità;atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative.

I beneficiari sono gli studenti universitari che frequentano università in Comuni diversi da quelli della residenza. L’università deve essere ubicata in un Comune distante almeno 100 chilometri dal Comune di residenza dello studente e comunque in una Provincia diversa.

La novità introdotta quest’anno è relativa alla distanza infatti fino allo scorso anno la distanza minima tra il comune di residenza e l’università era 100 chilometri, che si riduceva a 50 chilometri nel caso di comuni montani o svantaggiati, quindi difficili da raggiungere. Dal 2020 la distanza minima per accedere all’agevolazione è stata unificata.

Inoltre, come previsto già prima, possono beneficiare della detrazione anche gli studenti che frequentano università in uno degli Stati membri dell’Unione Europea o in uno degli Stati aderenti all’Accordo sullo spazio economico europeo con i quali sia possibile lo scambio di informazioni.

Tra le spese detraibili non sono comprese: il deposito cauzionale; le spese condominiali o di riscaldamento comprese nell’affitto; il costo per l’agenzia immobiliare.

Infine ricordiamo che la detrazione non può essere richiesta dagli studenti che frequentano corsi post laurea.

 

Detrazione spese affitto per studenti
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.