Affittare un immobile agli studenti significa tener conto di esigenze completamente diverse da quelle di una famiglia. Una casa per studenti non può essere il deposito di mobili vecchi o un cumulo di oggetti senza senso.

Gli studenti che affittano per motivi di studio sono dei fuori sede (di solito) , quindi è importante che la una casa abbia tutti i comfort necessari. E la camera singola o doppia è il luogo in cui ci si deve sentire a proprio agio, con tutto l’indispensabile per studiare nella massima tranquillità.

Fare attenzione all’arredamento è per il proprietario uno dei migliori investimenti che si possano fare. Proprio per tale motivo, molto più spesso ci si affida a contest in cui architetti e designer presentano progetti per dimostrare come, spendendo poco, sia possibile arredare un appartamento per universitari.

Una volta controllato lo stato di manutenzione dell’immobile, va pianificato un arredamento funzionale dell’immobile senza considerare l’ipotesi di ristrutturazioni importanti, almeno per quest’anno, visto l’imminente inizio dell’anno accademico.

Dapprima è utile preparare un elenco dell’arredo e delle attrezzature indispensabili, stanza per stanza, poi si può pensare se si hanno già degli oggetti o mobili in disuso e recuperabili, valutando l’integrità e la proponibilità.

Qualche soldo risparmiato potrà essere speso per elementi che rendono più appetibile e vivibile l’appartamento.

Se le stanze non sono molto ampie per recuperare spazio conviene disporre i mobili lungo le pareti in modo che rimanga al centro maggiore spazio. Inoltre è meglio preferire colori chiari per pareti e mobili così da evitare di rendere le stanze più cupe e piccole.

Iniziando dalla camera gli elementi indispensabili sono: il letto (struttura e materasso), l’armadio e la scrivania con una sedia per ogni studente tanto in singola che in doppia o tripla. Il comodino, spesso considerato superfluo, è invece di grande utilità per riporre cellulare, libri e sveglia, con una lampada dotata di buona capacità di illuminazione permetterà di studiare anche di sera, comodamente sdraiati a letto.  Cuscini e coperte sono elementi che sarebbe utile poter fornire mentre il resto fa parte della biancheria personale. Infine se gli spazi lo permettono è utile almeno una libreria per stanza.

La cucina, spazio condiviso, deve essere dotata degli elementi base: lavello, piano cottura, frigorifero, dispensa e mobile per riporre le stoviglie. Il forno o forno a microonde danno valore ma non sono indispensabili. Tavolo, sedie, qualche mensola per tv (e non solo) sono essenziali. Inoltre è consigliato dare in dotazione le stoviglie base con qualche pentola (in buono stato e pulite).

Molto spesso il salotto viene adibito ad ulteriore camera da letto da affittare. Quindi ci sono due opzioni: se il salotto è presente, è bene abbia un arredo molto soft e con l’ottica di spazio condiviso in aggiunta alla cucina, magari con un divano, qualche cuscino o pouf; un tavolo con  sedie potrebbe agevolare lo studio in gruppo senza disturbare chi ha la camera doppia.

Se il salotto non c’è  si potrebbe  aggiungere in cucina o nelle camere, sempre in base agli spazi, qualche elemento per rilassarsi: cuscini o pouf in tessuto.

Infine, ma non da ultimo, il bagno/bagni. Negli appartamenti affittati a 3 o più studenti l’ottimo sarebbe riuscire a ricavare due bagni, magari uno con gli elementi essenziali e l’altro con doccia. La presenza della lavatrice agevola chi non ha la possibilità di rientrare a casa ogni fine settimana e può essere posizionata anche in un ripostiglio o esternamente.

Concludendo tutti gli elementi che agevolano una personalizzazione sono ben graditi: tende in tinta, appendiabiti all’ingresso, portaombrelli, specchi, qualche lavagna/barra magnetica, cestini, organizzazione di apposito spazio per la raccolta differenziata  e per il materiale per le pulizie.

Il proprietario dovrebbe avere l’accortezza di accogliere i nuovi inquilini e confrontarsi con loro per esigenze personali, così da raggiungere poi un quieto vivere che garantisca un buon inizio ed un rapporto locativo più duraturo nel tempo.

La realizzazione dell’arredamento più confortevole possibile è garanzia di buone premesse!     

(questo articolo è stato scritto da Ketti Marini)

Casa ad hoc per studenti
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

cinque × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.