Il bando tanto atteso del Comune di Ancona per la concessione dei contributi per l’acquisto della prima casa è pubblico, quindi è possibile presentare la domanda.

Vediamo chi sono i diretti interessati di questa misura definita: Buoni casa introdotta nella programmazione regionale per l’edilizia residenziale pubblica, triennio 2014 – 2016.

Le risorse regionali disponibili permettono l’erogazione di 80 Buoni casa da  25mila euro ciascuno, distribuiti diversamente secondo due graduatorie regionali una a carattere generale ed una a carattere speciale.

Le famiglie, anche composte da una sola persona (monopersonali) e le altre formazioni sociali (convivenze di fatto, unioni civili tra persone dello stesso sesso) possono fare domanda per la graduatoria generale.

Alla graduatoria speciale, possono partecipare: le giovani coppie ( coniugi, nubendi, conviventi o coppie formate da persone intenzionate a convivere) in cui entrambi i richiedenti abbiano una età inferiore ai 40 anni alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico. E un genitore solo (vedovo/a, separato/a, divorziato/a , celibe, nubile) con uno o più figli privi di reddito alla data di pubblicazione dell’avviso pubblico, senza altri familiari conviventi ad eccezione dei figli. Per entrambe le  fermo restando il

I beneficiari inseriti anche nella graduatoria speciale vengono individuati dall’Amministrazione e devono essere in possesso degli altri requisiti previsti per l’accesso alla graduatoria generale. Pertanto i richiedenti possono presentare una sola domanda.

Per essere ammessi in entrambe le graduatorie i richiedenti devono avere i requisiti soggettivi riportati nell’avviso pubblico, tra cui specifichiamo: il requisito del reddito e il requisito della non titolarità di abitazioni adeguate, ovunque ubicate.

Inoltre le abitazioni da acquistare per cui viene concesso il Buono casa devono avere le seguenti caratteristiche: destinazione a uso abitativo e conformità agli strumenti urbanistici; superficie utile dell’appartamento da acquistare non superiore a mq 95 (calcolata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni; di pilastri, tramezzi, sguinci, vani di porte e finestre; di eventuali scale interne; di logge e di balconi), oltre alla superficie per autorimessa o posto macchina; non essere accatastati nelle categorie A/1; A/7 (salva la possibilità di acquistare immobili appartenenti alla tipologia delle “villette a schiera”); A/8; A/9; prezzo di compravendita a mq non superiore al valore massimo pubblicato dall’Osservatorio del mercato immobiliare.

Il contributo può essere richiesto anche per abitazioni non ancora ultimate, purchè l’atto notarile di compravendita venga stipulato nei 10 mesi successivi alla comunicazione – da parte del Comune – dell’assegnazione provvisoria del contributo.

Ovviamente l’immobile deve essere situato nel Comune di Ancona.

Le domanda per la concessione del contributo, con allegata fotocopia del documento d’identità (in corso di validità) e modello Isee deve essere presentata, tramite raccomandata o consegnata a mano all’ufficio protocollo o spedita a mezzo posta elettronica certificata.

La scadenza, a pena di esclusione, è il 3 giugno 2019.

L’avviso pubblico ed il modulo di domanda sono scaricabili a seguire oppure disponibili in formato cartaceo e  digitale  anche all’Informagiovani.

AVVISO PUBBLICO

MODULO DI DOMANDA

I Buoni casa, essendo un contributo a fondo perduto, sono un’occasione, una misura che negli ultimi anni non era più stata prevista quindi informatevi e non perdete quest’occasione.

iHome resta a disposizione per qualsiasi informazione: info@ihomeancona.com

Buoni casa per acquisto prima casa
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 + diciotto =