Oggi è possibile arredare un appartamento da affittare agli studenti con costi contenuti evitando di utilizzare scarti e mobili vecchi che non permettono di creare una’atmosfera confortevole.

Per molti studenti la casa o stanza presa in affitto è la prima esperienza di vita in cui costruire la propria identità e in cui fare le prime esperienze lontani dai genitori. Inoltre la coabitazione diventa una palestra di vita che insegna a diventare adulti.

Quando un proprietario ha un appartamento per studenti vuoto è più facile arredarlo, dando un senso logico agli arredi acquistati ad hoc per ogni stanza.

Obiettivo principale è rendere la casa con un arredo di buon gusto, pratica e dignitosa.

Se l’appartamento è già arredato cercate di posizionare i mobili in maniera funzionale e armoniosa, tenendo sempre presente che le esigenze di uno studente sono differenti da quelle di una famiglia.

Con un sopralluogo all’Ikea, colosso svedese dell’arredamento, qualche giro per mercatini e un po’ di fai da te, senza spendere troppo si può arredare con mobili semplici e moderni.

Prima di iniziare gli acquisti si deve evitare di comprare mobili e elettrodomestici solo spinti dai prezzi convenienti perchè si rischia di ottenere una  casa caotica, caratterizzata da un assemblaggio di elementi poco coerenti tra loro.

Il top sarebbe dapprima scegliere lo stile con cui voler arredare e cercare di mantenerlo nelle varie stanze, evitando colori di tinteggiature e decorazioni troppo sfarzose.

La camera è la stanza in cui si pone inizialmente maggiore attenzione e cura, anche in fase di scelta di appartamento da affittare.

Spesso i ragazzi preferiscono una singola in modo da mantenere il proprio spazio e la propria privacy ma nel caso la stanza sia una doppia è opportuno predisporre l’arredo in modo tale che ognuno abbia la sua indipendenza ed il suo spazio per studiare.

La camera per ogni studente deve essere dotata di letti singoli, un armadio grande per i cambi di stagione, una scrivania, una sedia e almeno uno spazio dove riporre i libri ed il materiale per studiare. Se possibile è meglio scegliere una scrivania il più ampia possibile in grado di accogliere libri, computer e una lampada per lo studio notturno; visto che questo sarà uno spazio dove lo studente trascorre buona parte del suo tempo. Se deve essere acquistata si preferisce una sedia ergonomica o almeno con rotelle che permetta di spostarsi agevolmente.

Molto spesso la casa viene affittata già dotata di materassi e cuscini ma a volte gli studenti preferiscono portare i propri (ergonomici, antiallergici) quindi magari aspettate e confrontatevi per questo acquisto.

Il bagno deve essere arredato in maniera più funzionale possibile, in modo che ciascuno degli inquilini abbia uno spazio per disporre le proprie cose, prevedendo più appendini e un mobile non profondo ma con vari spazi. Ottimo se si riesce a posizionare anche la lavatrice, magari non di ultima generazione, ma molto utile se gli studenti non tornano spesso a casa, evitando di farli ricorrere alle lavanderie a gettoni.

La cucina spesso anche soggiorno deve essere componibile, ampia, accogliente con un frigorifero dotato anche di freezer (per mantenere i pasti che i genitori amano preparare e inviare ai figli); altro alleato fondamentale: il microonde, utile per scongelare quanto già pronto oppure per preparare cene all’ultimo minuto.

Per creare condivisione e convivialità in questa stanza è gradito un tavolo allungabile, magari qualche sedia pieghevole da utilizzare al bisogno e uno spazio per vedere insieme la tv.

Per tutti gli altri suppellettili saranno gli studenti stessi a voler personalizzare la propria stanza e casa con qualcosa di personale, poster, foto, oggetti di un qualche valore affettivo che sin da subito fanno sentire più a casa pur stando in un ambiente diverso con nuovi coinquilini.

Un arredamento adatto rende la casa molto più accattivante in fase di locazione!

Arredare per studenti
Tag:         

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dodici − 3 =