38144471-decidere-concetto-acquistare-o-affittare-per-la-casa-concetto-di-businessQualche mese fa su questo blog abbiamo pubblicato l’articolo “Rent to buy e fisco” in cui abbiamo illustrato, successivamente al decreto “Sblocca Italia”, il Rent to Buy come nuova opportunità di acquisto alternativa alle forme tradizionali.

Successivamente il Comune di Ancona ha pubblicato il bando di concorso per la concessione di contributi per l’acquisto della prima casa dopo un periodo di locazione non inferiore a 8 anni c.d. Buoni Riscatto o “Rent to Buy” .

Sapete già di che cosa si tratta e chi può partecipare? Se la risposta è: “Ni” forse c’è ancora tempo per valutare!

Domani sabato 23 maggio 2015 alle ore 10.00 all’Auditorium della Mole il Comune di Ancona, Assessorato ai Lavori Pubblici e alla Casa, ha organizzato un workshop per consentire ai cittadini di conoscere le potenzialità del bando.

La domanda potrà essere presentata entro il prossimo 8 giugno e il bando completo è scaricabile dal sito e cliccando qui.

I due obbiettivi principe sono: incrementare l’offerta delle abitazioni a canone moderato ed agevolare l’accesso alla proprietà della prima casa differendone l’acquisto al termine del periodo di locazione e ridurre lo stock di alloggi inutilizzati presenti sul mercato con particolare riferimento a quelli ultimati, invenduti, che appesantiscono e condizionano il mercato edilizio medesimo ed il sistema delle imprese edili.

Possono presentare richiesta dei buoni riscatto i cittadini che vogliono acquistare la prima casa nel Comune di Ancona dopo un periodo di locazione di almeno 8 anni, a canone moderato. La domanda può essere presentata anche dal singolo componente del nucleo familiare che intenda costituire una nuova famiglia.

I destinatari degli alloggi debbono essere cittadini italiani, o di uno Stato dell’Unione Europea, o titolari di carta di soggiorno o possessori di permesso di soggiorno di durata biennale; residenza o attività lavorativa nelle Marche, non essere già titolari di altra abitazione (o in uso o usufrutto); avere un reddito ISEE del nucleo familiare non superiore ai 39.701 euro; non aver avuto precedenti assegnazioni in proprietà o con patto di futura vendita con contributi pubblici.

Il canone di locazione corrisposto per l’alloggio per il quale si richiede il buono non può essere superiore a quello concordato. Il prezzo finale di vendita viene determinato al momento della stipula, non è soggetto ad aggiornamenti e non può superare i prezzi di mercato, pubblicati sul sito Agenzia Entrate.

Per l’assegnazione definitiva del contributo il richiedente è tenuto a produrre il contratto locativo con patto di futura vendita. Il buono riscatto è destinato a coprire la quota parte del canone locativo che verrà decurtata dal prezzo di vendita dell’alloggio al termine della locazione.

Gli interessati a questo bando possono partecipare all’appuntamento di domani 23 maggio in cui sono invitati anche gli operatori economici così da da far incontrare domanda ed offerta. A tal proposito saranno attrezzati anche piccoli spazi dove presentare gli immobili che si intendono commercializzare.

Noi ci saremo! Comunque in qualsiasi momento potete chiedere informazioni, bando e moduli di domanda anche presso il servizio i Home dell’Informagiovani del Comune di Ancona

(questo articolo è stato scritto da Ketti Marini)

Bando di concorso: Rent to buy
Tag:                     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.